giovedì 26 aprile 2018

L'Alfie-Re della Speranza


di Simone Boscali 


"Un giorno un bambino di questi si sveglierà e l'uomo più forte del mondo diventerà - portando in alto l'Amore".
(Giuseppe Povia - "Chi comanda il mondo")

La verità sul piccolo Alfie l'abbiamo sempre avuta sotto gli occhi e qualcuno a tratti l'aveva intuita.
Alfie deve morire per lor signori, perché ciò che rappresenta va oltre la sua delicata figura....
Una classe scientifica che si crede infallibile, la stessa che vuole dirci come immunizzare i nostri figli o di che sesso sono indipendentemente da ciò che dice il loro corpicino, ha sbagliato totalmente con lui, la diagnosi e il successivo non-trattamento, l'averlo condannato a morte.
E l'errore di questa classe autereferenziale rappresenta l'intero sistema culturale che sta a monte, dimostrato dalla complicità della giurisprudenza.
Alfie è un testimone scomodo. Non può vivere perché dimostrerebbe quanto gli infallibili siano fallaci.
Come in un complotto di stato, come ai tempi dell'omicidio di Kennedy, Alfie deve morire perché il suo respiro, il battito del suo cuoricino, potrebbe dire troppo contro troppe persone.

Alfie sta morendo, dice un giudice, come se stesse annunciando il risultato di una partita.
Ma Alfie si sta anche svegliando e sta diventando l'uomo più forte del mondo portando in alto l'Amore.

Un intero sistema di criminali, pedofili, massoni, con tutti i mezzi globali di cui dispone è in ginocchio davanti alla potenza di un bimbo impossibilitato a letto, affamato, assetato, tenuto sin qui in vita solo dall'amore di due genitori che valgono la Volta Celeste.

Ti siamo tutti veramente grati Alfie, hai messo paura ai nostri carcerieri più di quanto noi non si sia mai fatto.
Sei l'Alfie-Re della Speranza.


 

Nessun commento: